Tel: 010 / 50.58.54      e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Liturgia e vita…

Liturgia?

Che cos’è? Chi è costei? E poi… a cosa serve?

Come diceva un mio professore, cominciamo dall’inizio.

Liturgia è un termine proveniente dal greco classico lei-tourgìa, in origine il termine indicava l’opera o l’azione o l’iniziativa assunta liberamente in proprio da un privato (individuo o famiglia) in favore del popolo o del quartiere o della città o dello Stato. Con l’andare del tempo la stessa opera, azione, iniziativa perdette o per istituzionalizzazione o per imposizione, il suo carattere “libero” e così “liturgia” fu detto di qualunque lavoro di “servizio” più o meno obbligatorio reso allo Stato o alla divinità
(= servizio religioso) o a un privato.

È chiaro che finora abbiamo esplorato il termine Liturgia a partire dalla sua valenza in ambito laico e per estensione lo abbiamo applicato al campo religioso. Successivamente questo concetto subisce delle trasformazioni proprio grazie all’esperienza della vita delle prime comunità cristiane che iniziano a vivere la dimensione religiosa della fede, proprio attraverso la Liturgia. In questo modo il termine Liturgia diventa precisamente e progressivamente indicativo dell’azione del popolo cristiano.

Liturgia dunque, come suggerisce il greco “Laos”= popolo + “ergon”= azione

àLiturgia = azione del popolo, oppure popolo in azione ß

Abbiamo cercato di gettare una luce su cos’è la Liturgia, chi è, nella prossima puntata rifletteremo a cosa serve…

Ringrazio tutti coloro che, con pazienza, mi hanno seguito fin qui! Se alimenterete la vostra pazienza, con la costanza nella ricerca, scoprirete bellissime cose!

 

Fra’ Riccardo G.